La Piccola Italia rende omaggio alla Sicilia

IL 13 AGOSTO SI È CHIUSA LA 24ª EDIZIONE DELLA SETTIMANA ITALIANA DI MONTREAL

Servizio fotografico: Sara Barone

Il Sindaco di Montréal, Denis Coderre, saluta il pubblico della Settimana Italiana. Sul palco riconosciamo, tra gli altri, anche l’avv. Tony Sciascia, presidente del Congresso Nazionale  Italo-Canadese, sezione Québec

Il Sindaco di Montréal, Denis Coderre, saluta il pubblico della Settimana Italiana. Sul palco riconosciamo, tra gli altri, anche l’avv. Tony Sciascia, presidente del Congresso Nazionale Italo-Canadese, sezione Québec

Montréal – Oltre che per le temperature gradevoli (al netto di qualche temporale passeggero), la Settimana Italiana 2017 sarà ricordata per i suoni, i sapori, i colori, le tradizioni, gli usi e i costumi di una Regione ricca e sorprendente come la Sicilia, su cui quest’anno il Congresso Nazionale Italo-canadese, sezione Québec, che da 24 anni organizza la kermesse, ha deciso di puntare i riflettori. Sicilia che ha ricevuto l’omaggio più grande domenica 13 agosto quando, nel cuore della Piccola Italia, sono andati in scena i due eventi-clou del fine settimana: la sfilata in costumi d’epoca col carretto siciliano (dai colori sgargianti) e la musica popolare (tarantelle e canti tradizionali) con friscalettu, tamburello e fisarmonica; e l’opera lirica di Pietro Mascagni, “Cavalleria Rusticana”, che, come da tradizione, ha chiuso la manifestazione dell’orgoglio tricolore a Montréal sul palco “Mastro San Daniele” di boulevard St-Laurent, all’angolo St-Zotique. Un orgoglio reso ancora più profondo e autentico dalla presenza del Maestro Gianluca Martinenghi, che per il nono anno consecutivo è giunto direttamente dal Bel Paese per dirigere l’orchestra sinfonica della Settimana Italiana. Un appuntamento che ormai caratterizza sempre più la già frizzante e dinamica estate montrealese, al pari di eventi ‘storici’ come il Festival del Jazz, Just For Laughs e Les FrancoFolies de Montréal.  Ad assistere allo spettacolo teatrale tantissime personalità, tra cui il Sindaco di Montréal Denis Coderre, il deputato federale Angelo Iacono, la Ministra provinciala Rita de Santis, il direttore della Cassa Popolare Canadese Italiana Mariano De Carolis, il Sen. Basilio Giordano con la consorte Nina, Lino e Mirella Saputo, Giuseppe Borsellino accompagnato dalla consorte Elina. Non solo Opera: i quasi mezzo milione di visitatori (queste le prime stime) hanno potuto ammirare da vicino la ricchezza della cultura italiana attraverso la sfilata di moda, i concorsi culinari, i tornei di carte, le degustazioni, le conferenze, le mostre d’arte, le esposizioni di auto e moto, le esibizioni musicali, i tour turistici nella Piccola Italia, ed i tantissimi chioschi in rappresentanza di sponsors, organismi comunitari e associazioni territoriali. Tra questi spiccava quello del Cittadino Canadese, che ha distribuito oltre 1.000 giornali con i ricercatissimi calendari di Serie A e Serie B che tanti appassionati aspettavano con impazienza. “È stata un’edizione eccellente – ha dichiarato, con soddisfazione, il presidente del Congresso, l’avv. Tony Sciascia – la migliore di tutte, tutto è andato decisamente bene, non poteva andare meglio. Il maestro Martinenghi, in particolare, si è dimostrato di una pazienza fuori dal comune, dando tutto per organizzare la “Cavalleria Rusticana”, che si è rivelata una performance incredibile. La poca pioggia caduta venerdì non ha avuto nessun impatto sull’evento: dopo 10 minuti, infatti, è subito rispuntato il sole. Ringrazio tutti i volontari, la direttrice generale Josie Verrillo che, come al solito, ci mette il cuore, e gli sponsors, senza i quali non avremmo mai potuto organizzare delle attività di questo livello”. L’avv. Sciascia guarda già al futuro con rinnovato entusiasmo: “Ne ho già parlato col Sindaco Coderre: il nostro augurio è che l’anno prossimo, la domenica successiva alla chiusura della kermesse, potremo mettere in scena la Bohème di Giacomo Puccini nel quartiere degli spettacoli, proprio a fianco di Place des Arts. Se riusciremo ad ottenere l’autorizzazione, sono convinto che sarebbe un successo incredibile ‘offrire’ la cultura italiana a tutto il pubblico quebecchese. In questo modo la Settimana Italiana entrerebbe di diritto a far parte dei grandi Festival di Montréal”. Un’idea magnifica, che permetterebbe un ulteriore salto di qualità della nostra Comunità mettendone in risalto, una volta ancora, il prezioso apporto allo sviluppo della società canadese e rinnovando il feeling che da sempre lega Montréal alla ‘dolce vita’ italiana. (V.G.)

Il musicista italo-montrealese Gianni  Bodo nel corso dell’esibizione con la sua band

Il musicista italo-montrealese Gianni Bodo nel corso dell’esibizione con la sua band

La sfilata dei siciliani in costume d’epoca, tra musica e canti, che precede il tradizionale carretto siciliano trainato dal cavallo

La sfilata dei siciliani in costume d’epoca, tra musica e canti, che precede il tradizionale carretto siciliano trainato dal cavallo

Il torneo di scopa

Il torneo di scopa

Da sinistra: Giuseppe Borsellino, Pino Asaro e Lino Saputo

Da sinistra: Giuseppe Borsellino, Pino Asaro e Lino Saputo

Sul palco i protagonisti dell’Opera lirica “Cavalleria Rusticana” di Mascagni: al centro il direttore artistico Salvatore Sciascia ed il Maestro Gianluca Martinenghi

Sul palco i protagonisti dell’Opera lirica “Cavalleria Rusticana” di Mascagni: al centro il direttore artistico Salvatore Sciascia ed il Maestro Gianluca Martinenghi

I siciliani italo-canadesi in costume d’epoca con il Sindaco di Montréal Denis Coderre accompagnato da alcuni consiglieri di origine italiana

I siciliani italo-canadesi in costume d’epoca con il Sindaco di Montréal Denis Coderre accompagnato da alcuni consiglieri di origine italiana

Joe Cacchione e Marco Calliari, portavoce della Settimana Italiana

Joe Cacchione e Marco Calliari, portavoce della Settimana Italiana

Le sfilate di “Moda sotto le stelle”

Le sfilate di “Moda sotto le stelle”

Nel chiosco del Cittadino riconosciamo: (in alto) l’editore   Basilio Giordano, Franco Ragonese, Michelina Lavoratore e Mariano De Carolis; (in basso) Mirella e Lino Saputo

Nel chiosco del Cittadino riconosciamo: (in alto) l’editore Basilio Giordano, Franco Ragonese, Michelina Lavoratore e Mariano De Carolis; (in basso) Mirella e Lino Saputo

1 Commento su La Piccola Italia rende omaggio alla Sicilia

  1. Bella manifestazione! E buon articolo.
    http://www.italians.online

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*