Conferenza Fiat | 60º anniversario al Museo Dufresne-Nincheri

Fiat 500 Club Italia Coordinamento del Canada

Il più grande Club di modello al mondo

FIAT-20170809_024435_wm

di Erika Papagni, PhD

Si ringraziano in ordine sparso: la Prof.ssa Maria Predelli dell’Università McGill; Ennio Fiat 500 D del 1964, Dario Fiat 500 F del 1965, Giuseppe Fiat 500 L del 1970, Gesse Fiat 500 L del 1970, Franco Fiat 500 L del 1970, Gino Fiat 500 L del 1970, Ralph Fiat 500 L del 1970, Biagio Fiat 500 L del 1971, Mimmo Fiat 500 R del 1973, Vincenzo Fiat 500 R del 1975 e Marino Autobianchi Bianchina del 1957. I fotografi per la gentile concessione dei loro scatti: Fatima Saker e Sara Barone. Tutti i partecipanti e l’Associazione Fiat 500 Italia Canada Inc.

La Prof.ssa Maria Predelli  con i proprietari delle Fiat 500  (Foto Sara BArone)

La Prof.ssa Maria Predelli con i proprietari delle Fiat 500 (Foto Sara Barone)

Chi possiede una 500 storica deve essere consapevole di avere tra le mani un vero e proprio “monumento su ruote”, un simbolo dell’eccellenza italiana riconosciuto in tutto il mondo. Uno degli obiettivi del Fiat 500 Club Italia è quello di diffondere questa consapevolezza, sostenere il recupero e la conservazione dei mezzi tuttora in circolazione (ce ne sono ancora 400.000 secondo il Pubblico Registro Automobilistico) e agevolare i proprietari che vogliono vivere in serenità la propria passione.

FIAT-20170808_153805_wm

Per fare ciò il Club dispone di una struttura in grado di supportare ogni tipo di esigenza o richiesta, tramite la sede centrale di Garlenda (SV) aperta tutto l’anno, i 180 fiduciari in Italia e in numerosi Paesi esteri ed una commissione tecnica pronta a rispondere ad ogni dubbio circa il corretto restauro e la documentazione relativa alle proprie vetture.

I soci possono dunque essere tranquilli di ricevere assistenza in tutto e per tutto, ovunque si trovino, certi di ottenere un servizio efficiente, professionale e senza barriere linguistiche.

Iscriversi al Fiat 500 Club Italia è molto semplice: basta compilare il modulo di prima iscrizione (presente sul sito www.500clubitalia.it) ed effettuare il pagamento della quota annuale, a fronte del quale si ricevono:

La tessera del Fiat 500 Club Italia

L’abbonamento alla rivista sociale bimestrale “4PiccoleRuote” in formato digitale e cartaceo (quest’ultimo inviato all’estero con l’aggiunta di un contributo di 32 euro per le spese di spedizione)

I gadget annuali e gli adesivi del Club

La possibilità di usufruire delle numerose convenzioni riservate ai Soci per i viaggi, la cultura, i servizi…

Gli sconti sugli articoli del  “500 SHOP” online

L’accesso ai contenuti riservati esclusivamente ai soci sul sito www.500clubitalia.it

Inoltre il Club ha istituito il Registro Storico di Modello Fiat 500, dall’alto valore culturale, atto a censire le 500 ancora circolanti e che rilascia, a chi ne fa richiesta, una elegante targa da apporre alla propria vettura. L’iscrizione al Registro Storico è volontaria e, oltre alla targa, permette di ricevere una scheda che attesta le caratteristiche della 500 e che può essere utile al proprietario per comprendere il livello di originalità del mezzo e come intervenire qualora volesse riportarlo allo stato “di fabbrica”. Per ulteriori informazioni, si prega di rivolgersi alla Prof.ssa Erika Papagni, Fiduciario Fiat 500 Club Italia Coordinamento del Canada.

L’iscrizione è aperta anche a chi non possiede una 500 storica, ma è appassionato del mezzo e di tutto ciò che rappresenta. Sono quindi benvenuti anche i soci simpatizzanti.

I soci hanno ingresso gratuito al Museo Multimediale della 500 “Dante Giacosa” di Garlenda (SV) e hanno la possibilità di presentare richiesta per poter esporre la propria vettura all’interno della struttura.

Fino al 31 agosto la prima iscrizione costa 25 euro e, a partire dal 1° settembre, a fronte del pagamento di 48 euro per l’anno 2018 vengono scontati gli ultimi mesi 2017.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*