Echi della festa
della Repubblica a Montréal

Personaggi e personalità allo stadio Saputo

Servizio fotografico: Sara Barone e Stefano Stagni

Le Fiat 500 esposte allo stadio Saputo

Le Fiat 500 esposte allo stadio Saputo

Montréal – “La più grande Festa della RepubblicaItaliana fuori dell’Italia”: così l’ha definita il Sindaco di Montréal, Denis Coderre, che il 4 giugno scorso ha partecipato, insieme al Primo Cittadino di Bologna, Virginio Merola, ed al cantautore romano, Antonello Venditti (gli altri due ‘superospiti’ della serata), alle celebrazioni per la 71ª edizione della Festa Nazionale. Celebrazioni senza precedenti, se consideriamo che ad ospitare gli oltre 6.000 connazionali, in molti “armati” di tricolore, di magliette azzurre e di sciarpe giallorosse (è risaputa la fede giallorossa di Venditti), sono stati la tribuna lato via Sherbrooke ed uno spicchio di curva lato Stadio Olimpico, sotto la quale hanno potuto degustare pasta, pizza e panini accompagnati da vini Domodimonti e Sicilia doc, tutti prodotti rigorosamente Made in Italy. Una festa speciale in un anno speciale: proprio nel 2017, infatti, il Canada celebra il suo 150º anniversario come Confederazione e la città di Montreal, una delle più antiche del Nord America, festeggia i 375 anni dalla sua Fondazione per opera di Jeanne Mance e Paul de Chomedey sieur de Maisonneuve. Una festa della Repubblica con un tifo…. da stadio, ma non per una partita di calcio, bensì per un profonfo sentimento patriottico di appartenenza. Una scommessa vinta dall’ambizioso Console Generale d’Italia a Montreal, Marco Riccardo Rusconi, bravo a ideare e ad organizzare l’evento, ma soprattutto a coinvolgere tanti sponsor che hanno contribuito attivamente a regalare un evento indimenticabile ad una Comunità sempre più protagonista in Québec e in Canada. Molti gli ospiti d’eccezione, come i Ministri quebecchesi Rita De Santis, Martin Coiteux e Carlos Leitão, l’Ambasciatore d’Italia a Ottawa Claudio Taffuri, la deputata italiana Francesca La Marca, i deputati italo-canadesi David Lametti, Angelo Iacono e Nicola Di Iorio, la Senatrice Marisa Ferretti Barth ed il Senatore Basilio Giordano. Insieme a tanta gente comune, di fronte ad un palco allestito tra Lamborghini e Ducati al centro della linea laterale, hanno assistito all’intervista della psichiatra Gabriella Gobbi, che insegna all’Università McGill; all’esibizione del cuoco-tenore Davide Bazzali, della soprano Giorgia Fumanti e del camaleontico Marco Calliari; e poi ai discorsi istituzionali del Console Rusconi, dell’On. Francesca La Marca, del Sindaco Virginio Merola e del Sindaco Denis Coderre. Per poi lasciarsi andare alle emozioni della musica intramontabile di Antonello Venditti. Per un finale traboccante di italianità. È stato un ricevimento popolare e democratico, per la gente, senza distinzioni, un inno al nostro orgoglio tricolore. Per questo motivo IL CITTADINO ha pensato di dedicare un’altra pagina alla festa nazionale, dando spazio ad altre foto che immortalano il nostro amore, profondo e incondizionato, per la Matrepatria. (V.G.)

REP-IMG_0645

Il Si ndaco di Bologna Virginio Merola col Console Marco R. Rusconi, Joey Saputo e l’Ambasciatore Claudio Taffuri

Joey Saputo ha regalato ad Antonello Venditti la maglia n. 10 dell’Impact de Montréal

Joey Saputo ha regalato ad Antonello Venditti la maglia n. 10 dell’Impact de Montréal

REP-IMG_9834

Nick Fiasche e Nancy Forlini

Montréal

L’On. Francesca La Marca, deputata eletta in Nord e Centro America

L’avv. Antonio Sciascia tra il Console Rusconi e la moglie Michela

L’avv. Antonio Sciascia tra il Console Rusconi e la moglie Michela

La Sen. Marisa Ferretti Barth con Franco Rocchi

La Sen. Marisa Ferretti Barth con Franco Rocchi

David Lametti, deputato federale di LaSalle-Émard-Verdun

David Lametti, deputato federale di LaSalle-Émard-Verdun

L’imprenditore Giuseppe Paventi (JPMA) e famiglia

L’imprenditore Giuseppe Paventi (JPMA) e famiglia

Lo scrittore e giornalista Claudio Antonelli

Lo scrittore e giornalista Claudio Antonelli

Festa della Repubblica 2017
Venditti accende l’orgoglio italo-montrealese

—————————— 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*