La Marca: “Via libera definitivo’’

Accordo di sicurezza sociale tra Italia e Canada

L’On. Francesca La Marca

L’On. Francesca La Marca

Roma – “In occasione della visita in Italia del Primo Ministro canadese Trudeau, è stata definitivamente firmata  l’intesa amministrativa per il nuovo accordo di sicurezza sociale tra Italia e Canada, un accordo che introduce importanti miglioramenti, pur risalendo al 1995, con ratifica dal Parlamento italiano nel 2015”. Ad annunciarlo l’On. Francesca La Marca, deputata PD eletta in Nord e Centro America. “Nonostante arrivi con molto ritardo alla sua definitiva approvazione ed in presenza di alcuni aspetti, non certo marginali – ha aggiunto – sono particolarmente felice che con questo atto amministrativo si consenta la definitiva entrata in vigore dell’accordo. Il nuovo accordo introduce la totalizzazione multipla e le deroghe territoriali per i lavoratori distaccati, migliora il coordinamento per le pensioni di invalidità e le procedure di collaborazione amministrativa oltre alla garanzia del trattamento minimo per i rientrati in Italia. Valuto positivamente la definitiva entrata in vigore del nuovo accordo – ha concluso La Marca – che consentirà l’attuazione pratica dei miglioramenti introdotti, mentre ritengo indispensabile continuare a lavorare ad una revisione complessiva delle politiche internazionali in campo socio-previdenziale e fiscale, oltre che ad una riforma degli strumenti attuativi, cioè gli accordi internazionali di reciprocità”.

Passi avanti anche sulle patenti di guida – “Il reciproco riconoscimento delle patenti di guida tra Italia e Canada – ha sottolineato La Marca – è uno dei temi che mi hanno vista maggiormente impegnata in questi anni di legislatura. Si tratta di una questione molto sentita dai cittadini italiani residenti in Canada, ma anche dai molti canadesi che si trovano nel Bel Paese per motivi di lavoro e di studio. Grazie alla firma dell’Accordo Quadro bilaterale tra Italia e Canada, avvenuta il 22 marzo scorso, è ora possibile negoziare intese tecniche tra il Ministero dei Trasporti e le competenti autorità delle Province e dei Territori del Canada, allo scopo di definire le modalità operative del riconoscimento reciproco. A questo proposito, dalle informazioni ricevute dalle competenti autorità italiane e canadesi da me contattate, risulta che il testo dell’intesa con il Québec è finalmente in una fase avanzata di definizione, grazie allo sforzo profuso anche dal Ministero dei Trasporti italiano nell’individuazione e superamento di alcune criticità dovute al disallineamento tra le categorie di patenti italiane e quebbechesi.  Il testo – una volta definito  – potrà essere naturalmente utilizzato quale modello per le altre intese, nell’auspicio di facilitarne le complesse fasi negoziali. Dal sottosegretario Della Vedova, delegato per i rapporti con il Canada – ha concluso La Marca – ho ricevuto la conferma circa l’impegno della Farnesina a seguire le varie fasi negoziali delle intese tecniche, così come avvenuto per l’Accordo quadro, e a garantire il sostegno al competente Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*