Un “Party” colorato e… ringiovanito

La 32ª edizione del Ballo dei Governatori della FCCI

(Foto di John Oliveri)

(Foto di John Oliveri)

I nuovi Governatori nominati nel 2017 con alcuni esponenti della FCCI. Da sinistra: Marco Tozzi, John Marcovecchio, Joey Saputo, Anna Giampà, Emilio Imbriglio, Rosario Ruggeri Jr., Mark-Anthony Serri e Richard Laramée

I nuovi Governatori nominati nel 2017 con alcuni esponenti della FCCI. Da sinistra: Marco Tozzi, John Marcovecchio, Joey Saputo, Anna Giampà, Emilio Imbriglio, Rosario Ruggeri Jr., Mark-Anthony Serri e Richard Laramée (Foto di John Oliveri)

Da sinistra: Pino Asaro con la consorte Vicky, l’avv. Tony Sciascia con la moglie Leila, il Ministro Martin Coiteux e signora, Mirella e Lino Saputo, Joey Saputo

Da sinistra: Pino Asaro con la consorte Vicky, l’avv. Tony Sciascia con la moglie Leila, il Ministro Martin Coiteux e signora, Mirella e Lino Saputo, Joey Saputo (Foto di John Oliveri)

Montréal – Doveva essere un evento che segnava il confine tra un prima e un dopo, e le premesse non sono state smentite: venerdì 12 maggio 2017 è andato in scena la 32ª edizione del Ballo dei Governatori ‘rivisto e corretto’ in una versione rivitalizzata ed esplosiva. Colori primaverili (arredamento fresco e floreale), location nel cuore di Montréal (dallo Sheraton di Laval allo storico Gare Windsor), stile meno ingessato (addio frac per lui e abito lungo per lei), più giovani in pista (la futura classe dirigente) e gastronomia moderna (menù con tartare di manzo e gamberi giganti a cura di Joe Mercuri): questi gli ‘ingredienti’ che hanno trasformato il tradizionale Ballo in un vero e proprio “Party”, una festa colorata, effervescente e vibrante. Lo stesso passaggio dall’autunno alla primavera è stato un simbolo di rinascita, di rifioritura, di rinnovamento. Pur conservando tratti classici come fascino, eleganza e tradizione. Insomma, l’inizio di un nuovo corso, una svolta, un punto di non ritorno. Un’evoluzione, ormai inevitabile e improcrastinabile, nel rispetto di un passato fondamentale e imprescindibile. Una Comunità che si rinnova nella continuità, fiera del suo passato, ma già proiettata nel futuro.

Missione compiuta per Joey Saputo, presidente della Fondazione comunitaria, Emilio Imbriglio, presidente del Ballo, e Anna Giampà, direttrice generale della Fondazione, che hanno avuto il coraggio di lanciare un format innovativo che non ha tradito le attese. Come certificato dagli oltre 800 ospiti presenti, tra cui moltissimi Governatori, tutte le famiglie più influenti e facoltose della nostra Comunità (Tozzi, Argento, Borsellino, Saputo, Broccolini e Liberatore, solo per fare qualche esempio), i rappresentanti dei principali organismi comunitari e loro, gli invitati più ricercati e preziosi: i GIOVANI. Ecco l’aspetto più benaugurante per il futuro della nostra Comunità: più matura e consapevole che mai, ‘abbraccia’ la nuova generazione affinché diventi sempre più protagonista.

“È stato un Party che ha rispettato tutte le nostre aspettative – ha detto Emilio Imbriglio – e che ha rappresentato l’occasione per unire tutte le organizzazioni italo-montrealesi, senza eccezioni, bravi a costruire in pochi decenni una Comunità di successo e ben integrata nella società. Una Comunità coesa e solida che celebra i leader di oggi e di domani, a vantaggio di un futuro sempre più vigoroso economicamente, socialmente e culturalmente”. A fargli eco è stato Joey Saputo, presidente della Fondazione: “Sono molto felice di vedere in sala tanti leader della nuova generazione e spero che questa serata costituisca l’inizio di una longeva tradizione. In quanto figli e nipoti, è nostro dovere preservare i valori di chi è immigrato in Canada anni fa sulla scia di UNITAS per garantire un futuro migliore alla nostra Comunità ed a tutta la società”.

Dal canto suo, Anna Giampà, direttrice generale della FCCI, ha presentato due Nuovi Governatori: Richard Laramée (socio titolare, Kaufman Laramée), John Marcovecchio (amministratore delegato, Magil Contruction Canada); e quattro Successori: Franco De Lauri (proprietario e presidente, Elio Pizzeria e Buffet Anna Maria), Rosario Ruggeri Jr. (vicepresidente, Miracle Entretien D’Immeubles), Mark-Anthony Serri (amministratore delegato, mercato intermedio – fusioni e acquisizioni, Royal Bank of Canada) e Marco Tozzi (vicepresidente, Les Entreprises Laurentien Électrique). La serata, ricordiamolo, ha rappresentato anche l’occasione per celebrare il 15° anniversario del Centro Leonardo da Vinci, sempre più centro nevralgico della vita comunitaria, oltre che per sottolineare l’unità degli italo-montrealesi attraverso UNITAS, organismo che riunisce la CIBPA, il CLDV, la Fondazione Comunitaria Italo-Canadese (FCCI), la Casa d’Italia e il Congresso Nazionale Italo-Canadese.

Tanti e prestigiosi gli ospiti d’onore: Martin Coiteux, Ministro degli Affari Municipali e dell’Occupazione del Territorio, Ministro della Pubblica Sicurezza, Ministro responsabile della Regione di Montreal; Marco Riccardo Rusconi, Console Generale d’Italia a Montréal; Lucien Bouchard, 27° Primo Ministro del Quebec; Nicola Di Iorio, deputato federale della circoscrizione di Saint-Léonard – Saint-Michel; Angelo Iacono, deputato federale  circoscrizione di Alfred-Pellan; David De Cotis, vicesindaco e vicepresidente del comitato esecutivo di Laval; Michel Bissonnet, sindaco dell’arrondissment di Saint-Leonard; la Senatrice Marisa Ferretti-Barth e Giuseppe Borsellino, presidente del Groupe Petra e fondatore del Ballo dei Governatori.

Molto significative le parole del Ministro Martin Coiteux: “La mia presenza a questa serata – ci ha detto – testimonia il sostegno all’opera della Fondazione Comunitaria Italo-Canadese che sta raccogliendo fondi per alcune cause sociali molto importanti, come la salute, l’istruzione e il mantenimento della lingua e cultura italiana qui a Montréal. Iniziative che, secondo me, sono sempre più decisive. La società cambia col tempo e anche la Comunità italiana del Québec si rinnova con una nuova generazione che deve prendere consapevolezza e assumere il suo ruolo da protagonista già nel prossimo futuro”.

A presentare la serata è stata Carole Gagliardi, mentre a curare l’intrattenimento sono stati DJ Vito V e la Montréal Rhapsody Orchestra.

Da sinistra: Nicola Di Iorio con la figlia Claudia Di Iorio, Giuseppe Borsellino, la Sen. Marisa Ferretti Barth ed Elina Borsellino

Da sinistra: Nicola Di Iorio con la figlia Claudia Di Iorio, Giuseppe Borsellino,
la Sen. Marisa Ferretti Barth ed Elina Borsellino (Foto di John Oliveri)

Da sinistra: Raffaele e Massimo Di Zazzo, Rocco Di Zazzo con la moglie Suzanne ed il Sindaco dell’arrondissment di St-Léonard, Michel Bissonnet

Da sinistra: Raffaele e Massimo Di Zazzo, Rocco Di Zazzo con la moglie
Suzanne ed il Sindaco dell’arrondissment di St-Léonard, Michel Bissonnet (Foto di John Oliveri)

 

Da sinistra: Luigi Salvatore, Anca Sirbu (Air Canada), il Console Generale d’Italia a Montréal, Marco Riccardo Rusconi, e Carole Gagliardi

Da sinistra: Luigi Salvatore, Anca Sirbu (Air Canada), il Console Generale
d’Italia a Montréal, Marco Riccardo Rusconi, e Carole Gagliardi (Foto di John Oliveri)

govball2017_01

Da sinistra: Nick Fiasche, Nancy Forlini e Michel Bissonnet

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*