Il coraggio e la perseveranza di Bianca, Noémie e Maria

8 marzo: il Congresso celebra le “donne fashion”

Da sin.: il Console Generale Marco Riccardo Rusconi, Bianca Cordileone, Noémie Vaillancourt, Maria Arciero, Michelina Lavoratore, il direttore dell’IIC Francesco D’Arelli e il presidente del Congresso Pino Asaro

Da sin.: il Console Generale Marco Riccardo Rusconi, Bianca Cordileone, Noémie Vaillancourt, Maria
Arciero, Michelina Lavoratore, il direttore dell’IIC Francesco D’Arelli e il presidente del Congresso Pino Asaro

(Foto: Sara Barone)

Montréal – Una conferenza per mettere in luce il ruolo delle donne in un campo dinamico e affascinante come quello della fashion. È quello organizzato, il 12 marzo scorso, presso il Museo Dufresne-Nincheri, in occasione dell’8ª edizione della Giornata Internazionale della Donna, dal Congresso Nazionale degli Italo Canadesi (regione Quebec), insieme a Michelina Lavoratore, direttrice della Cassa Popolare Desjardins Canadese Italiana, che ha presieduto il comitato promotore formato da: Tania Alfonsi, Enrica Uva, Faustina Bilotta, Josie Verrillo, Alexandro Loffredi e Connie Ventura. Con il titolo “Coraggio e perseveranza: le donne Designer nella Moda”, il convegno ha trattato il tema delle donne che hanno saputo preservare le loro tradizioni culturali sapendo arricchire, allo stesso tempo, il loro processo di integrazione nel campo della moda. La conferenza è stata animata da Sabrina Marandola, giornalista di CBC e la rivista PanoramItalia, ed ha visto la partecipazione di 3 brillanti esempi di successo e integrazione italo-montrealese come Maria Arciero (Maria Arciero Design), Noémie Vaillancourt (Noémiah) e Bianca Cordileone (Emy Armor).

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*