Atalanta show

di Giovanni Albanese

Napoli ko, la Roma espugna San Siro e tiene il passo della Juve. Bene la Lazio, polemiche sul Milan

atalanta-2343

MILANO. Piedi per terra, testa bassa e voglia di continuare a lavorare. Con questi ingredienti l’Atalanta prosegue la sua cavalcata verso le primissime posizioni della classifica. La regina delle provinciali, così considerata perché vanta il maggior numero di stagioni in Serie A tra le squadre che non hanno mai vinto lo scudetto, è riuscita nell’impresa di espugnare il San Paolo di Napoli. Il successo mette in risalto il potenziale della squadra a disposizione di Gasperini, capace di trascinare un gruppo giovanissimo a livelli straordinari. Un progetto che abbraccia una società ambiziosa, pronta a ristrutturare lo stadio, e coccola una tifoseria sempre più entusiasta di quanto il presente possa ricadere positivamente sul futuro. Il Napoli, che aveva già rischiato tra le mura amiche con il Palermo, non è riuscito a fare la partita che voleva e adesso vede allontanare la vetta della classifica. Gli orobici insidiano i partenopei a meno tre punti, in palio la terza posizione che significherebbe preliminari di Champions League: un sogno per l’Atalanta, un obiettivo minimo per il Napoli. A tenere il passo della Juventus, che vince senza grosse difficoltà tra le mura amiche con l’Empoli, è la Roma, che s’impone a San Siro contro l’Inter grazie a una doppietta del solito Nainggolan. Per i giallorossi, in ritardo di sette lunghezze, il ruolo di antagonista dei bianconeri, in un campionato che sembra ormai virtualmente definito in favore della squadra di Allegri. La Juventus, infatti, sembra non risentire dei continui impegni oltre campionato, anche grazie a un ampio organico che garantisce alternative prestigiose. L’altra squadra che gioca un bel calcio in Italia e che va presa in considerazione per come merita è la Lazio, che passa di misura con l’Udinese e resta attaccata al treno delle prime della classe. Tante polemiche intorno al Milan: i rossoneri espugnano il campo del Sassuolo grazie a un calcio di rigore di Bacca, che, toccando la palla due volte durante l’esecuzione, commette un’irregolarità. Il Chievo vince col Pescara, il Cagliari batte il Crotone. Mentre la Sampdoria conquista al fotofinish il pari sul campo del Palermo. Così come il Genoa, sotto la guida del nuovo allenatore Mandorlini, negando al Bologna la gioia del successo in pieno recupero.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*