La Comunità guarda al futuro

Il cocktail di Natale del Congresso
nazionale italo-canadese

Nella foto riconosciamo, da sinistra: il Sen. Basilio Giordano; il presidente del Congresso, sezione Québec, Pino Asaro; il CEO della ‘Welcome Hall Mission’, Sam Watts, il presidente del Congresso nazionale, Roberto Colavecchio; e l’avv. Antonio Sciascia

Nella foto riconosciamo, da sinistra: il Sen. Basilio Giordano; il presidente del Congresso, sezione Québec, Pino Asaro; il CEO della ‘Welcome Hall Mission’, Sam Watts, il presidente del Congresso nazionale, Roberto Colavecchio; e l’avv. Antonio Sciascia (Foto di Sara Barone)

Montréal – L’8 dicembre scorso, nella sala dei Governatori del Centro Leonardo da Vinci, circa 150 persone, tra cui diverse personalità (come il Console Generale d’Italia a Montréal, Mario Riccardo Rusconi; il presidente della CIBPA, Salvatore Cimmino; il Sen. Basilio Giordano, l’avv. Tony Sciascia, il maestro Salvatore Sciascia; il presidente del Congresso nazionale, Roberto Colavecchio; diversi esponenti del mondo associazionistico, e molti altri ancora), hanno preso parte al tradizionale cocktail di Natale del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi (CNIC), Regione Québec. Un appuntamento che si rinnova di anno in anno e che costituisce – tra assaggi di prelibatezze culinarie e un bicchere di vino ‘Made in Italy’ – un’importante occasione per scambiarsi gli auguri, ma anche per tracciare un bilancio dell’anno che sta volgendo al termine, proiettandosi nell’anno che sta per venire alla luce. Nel formulare gli auguri di Buon Natale a tutti gli intervenuti, il Console Rusconi ha dichiarato che a lui “piace celebrare la fine dell’anno, non tanto per l’anno appena finito, ma per quello che sta per arrivare, verso il quale guardiamo tutti con nuove idee e nuovi progetti. Il 2017, infatti, è un anno importante visto che ci saranno i festeggiamenti per i 150 anni del Canada, che se oggi è un Paese ricco, sviluppato, aperto e prospero, lo deve anche a chi è arrivato, si è dato da fare, ha lavorato e ha costruito. Per questo motivo è anche una festa nostra. Vi auguro buone feste e prepariamoci per un nuovo anno che si annuncia decisamente importante”.  A prendere la parola, poi, è stato il presidente del Congresso Pino Asaro, che ha riconosciuto come il Console “si faccia sempre in mille per partecipare ad ogni invito ed oggi è qui con noi nonostante il suo aereo sia atterrato a Dorval soltanto questo pomeriggio. Caro Console, lei è più unico che raro! Ringrazio il consiglio di amministrazione, la direttrice generale Josie Verrillo, le Associazioni e le Federazioni che hanno risposto all’invito. Sono sempre più convinto che il Congresso siete voi: senza di voi il Congresso non potrebbe esistere!”. Poi spazio alla musica, con la terza edizione del concerto di beneficenza a favore della Missione ‘Bon Accueil’ (presente il presidente e ceo Sam Watts) nella cornice del Teatro ‘Lino e Mirella Saputo’. A salire sul palco, quest’anno, è stato il gruppo folclorico abruzzese di Rivière-des-Prairies, presieduto da Mariapia Sinigagliese e diretto da Franco Guido e Joe Lucia. Il concerto è stato organizzato dal Comitato Giovani del Congresso.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*