La CIBPA ospita André Ménard e Carlos Leitao

Due importanti iniziative dei professionisti e uomini d’affari italo-canadesi

LeitaoDSC_0218

Da sinistra: Paola Colapelle, Daria Camilla Boffito, Anthony Ferrara, Sam Spatari (Fondazione CIBPA), Philippe Legault-Capozio, Rita de Santis Mike Goriani (presidente CIBPA), il Ministro Carlos Leitao, Salvatore Cimmin (vice presidente esecutivo CIBPA), Amanda Ciccone, Filomena Rotiroti (deputata provinciale di Jeanne-Mance–Viger) Nicholas Capuano, Domenic Diaco e Rick Sassano

Montréal – Due eventi prestigiosi e ravvicinati per dare lustro alla Comunità italo-canadese e raccogliere fondi a favore delle famose ‘borse di studio’ che la CIBPA, l’Associazione della gente d’affari e dei professionisti italo-canadesi di Montréal, elargisce generosamente dal 1961 per un investimento totale di oltre 3 milioni di dollari. Chapeau!

COL MINISTRO DELLE FINANZE – Non è la prima volta che la CIBPA invita personalità di spicco del panorama politico provinciale e federale per “animare” dei pranzi-conferenze: dopo l’incontro di qualche anno fa col Primo Ministro del Canada, Stephen Harper, il 16 maggio scorso, presso la sala congressi “La Plaza” (420 Scherbrooke ovest), gli uomini d’affari italo-montrealesi hanno accolto Carlos Leitao, Ministro delle Finanze del Québec, che ha colto l’occasione per presentare il piano economico 2016-2017. L’ennesimo esempio di successo della società multiculturale canadese: nato a Peniche, in Portogallo, nel 1959, è immigrato in Canada nel 1975, conseguendo 4 anni dopo una Laurea in Economia alla McGill University. Oggi è sposato ed è padre di 3 figli. Tra i politici, presenti anche Rita de Santis, Ministro dell’Accesso all’Informazione, eletta nella contea di Bourassa-Sauvé, e Filomena Rotiroti, deputata di Jeanne-Mance–Viger. Oltre a personalità come Emilio Imbriglio, presidente di Raymond Chabot Grant Thornton; Alain Belcourt e Ghassan Deko, vicepresidenti della RBC Royal Bank of Canada; e George Alexopoulos, presidente del consiglio di amministrazione della Camera di commercio greca. Il Presidente della CIBPA, Mike Goriani, ha dato il benvenuto al Ministro ringraziando i presenti per la grande partecipazione (circa 200 gli intervenuti) e lasciando subito la parola al deputato eletto nella contea di Robert-Baldwin, alle elezioni provinciali del 2014.

CIBO & VINO – Il 13 maggio scorso è andato in scena il tradizionale appuntamento “Cibo & Jazz” nella cornice della Casa d’Italia. Presenti, tra gli altri, il presidente della CIBPA, Mike Goriani; il vicepresidente Salvatore Cimmino, la direttrice generale Paola Colapelle, il presidente della Fondazione CIBPA, Sam Spatari; il presidente del comitato di selezione delle borse di studio, Angelo Lepore, e gli ex officio Giovanni Chieffallo e Roberto Rinaldi, oltre al neo direttore dell’Istituto di Cultura, Dr. Francesco D’Arelli. Dopo un gustosissimo ‘cocktail-dinatoire’ a base di gnocchi conditi con rapini $ salsiccia e costolette di agnello, e prima di concludere la serata con il classico dolce/gelato accompagnato dal caffé (grazie alla generosità di “Traiteur Bon Appetit” di John D’Ambrosio), il maestro di cerimonia Gian Carlo Biferali ha pesentato l’ospite d’onore della serata: Robert Ménard, il co-fondatore del Festival Internazionale del Jazz di Montréal, giunto quest’anno alla sua 37ª edizione (la kermesse prenderà il via il 28 giugno per concludersi il 9 luglio) e considerato ormai la manifestazione jazz più importante del mondo. Biferali, nel presentare Ménard, ha ricordato l’aneddoto del loro primo incontro: nel 2009, sul set di un film, quando vestiva i panni di un barbiere. Ménard ha quindi preso la parola ed ha intrattenuto i circa 50 presenti presso la sala multimediale della Casa d’Italia raccontando la storia del Festival, la sue tappe fondamentali (come lo spostamento da St-Denis al quartiere degli spettacoli) fino al rapporto con gli artisti svelando, anche qualche episodio sul lato umano (spesso sconosciuto ai più) di molti musicisti che, nel corso degli anni, hanno preso parte al Festival. L’evento non poteva che concludersi con l’esibizione di un’artista jazz: la compositrice Sara Latendresse e la sua band, che hanno deliziato gli ospiti con le classiche melodie tipiche di New Orleans. (V.G.)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*