Joey Saputo: insieme
per il futuro della Comunità

Da sinistra: Anna Giampà, Sam Spatari, David Ferrante, Marie Anna Bacchi, Tony Loffreda, Joey Saputo, Angela Minicucci, Pino Asaro e Silvio De Rose

Da sinistra: Anna Giampà, Sam Spatari, David Ferrante, Marie Anna Bacchi, Tony Loffreda, Joey Saputo, Angela Minicucci, Pino Asaro e Silvio De Rose

 

Il cocktail di Natale della Fondazione
Comunitaria Italo-Canadese

. Oltre 125 governatori ed amici hanno festeggiato un anno pieno di successi e di soddisfazioni per l’organismo. Tra gli ospiti d’onore anche il Console Generale d’Italia a Montréal, Enrico Padula, accompagnato dalla consorte Milena.

L’appuntamento ha rappresentato anche l’occasione ideale per riconoscere il prezioso lavoro fornito dai componenti del Consiglio dei Fiduciari e dai comitati organizzatori degli eventi, senza trascurare l’importante impegno filantropico dei membri della Fondazione.

La direttrice generale, Anna Giampà, ha invitato i Governatori a “partecipare agli eventi della Fondazione che saranno sempre più versatili e accessibili” ed a suggerire nuove idee: “Saremo felici di ascoltarvi”, ha aggiunto. Annunciando che il 2016 della Fondazione prenderà il via all’insegna del teatro e della cultura: “Se non rispettiamo la tradizione di trasmettere la nostra storia ai nostri figli e nipoti – ha concluso – rischiamo di perdere la nostra posizione di forza”.

“Quest’anno abbiamo festeggiato il 40º anniversario della Fondazione – ha sottolineato il presidente Joey Saputo – e, grazie all’impegno dei suoi Governatori ed al sostegno dei suoi Amici, abbiamo raccolto più di 710 mila $ netti”. Poi su Unitas: “Un esempio che l’armonia non è solo possibile, ma essenziale: insieme ai nostri partners possiamo dare molto di più alla Comunità”. Ma si rende necessario un cambio di marcia: “Il tempo scorre velocemente, il mondo sta cambiando: se vogliamo preservare la nostra cultura in Québec e garantire un futuro alla nostra Comunità, dobbiamo agire in fretta e con spirito solidale”.

Il presidente della Fondazione, Joey Saputo, a nome del Consiglio dei Fiduciari, ha sottolineato, dal canto suo, l’importanza di preservare l’influenza italo-canadese sulla società, aumentando progressivamente il nostro contributo, per lasciare un’eredità duratura. Un invito all’azione che è stato accolto molto positivamente dal pubblico in sala.

La Fondazione Comunitaria Italo-Canadese augura buone feste ed invita tutti a partecipare agli eventi in programma il prossimo gennaio, tra cui:

  l’originale evento teatrale “In Search of Mrs. Pirandello”, opera dell’attrice ed autrice Michaela Di Cesare, in programma prossimamente al Teatro Centaur, con un cocktail siciliano che avrà luogo il 14 gennaio a beneficio della FCCI e degli archivi della Casa d’Italia;

• “Mannaggia A’merica”, lo spettacolo di Joe Cacchione in scena su tutta la grande regione di Montréal, da gennaio a marzo 2016, e il cui ricavato sarà devoluto interamente ad Unitas;

• FCCIQ FACEOFF, un torneo di hockey per tutta la famiglia.

Organizzazione senza scopo lucrativo, la FCCI è stata creata nel 1975 con l’obiettivo di raccogliere fondi per il sostegno, la salvaguardia e la promozione delle organizzazioni filantropiche della comunità.

Per maggiori informazioni, contattate il 514-274-6725 oppure visitare il sito www.fcciq.com

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*